Archivi categoria: emozioni in movimento

Il Mito della Bellezza

ll Mito della Bellezza ha creato uno standard di femminilità impossibile da raggiungere e la reazione della maggioranza delle donne è stata quella di sviluppare un comportamento ossessivo per sentirsi all’altezza.
Siamo bombardati dalle immagini di donne “perfette”: la Donna Perfetta è alta e slanciata, solitamente pesa il 20% in meno di quanto la sua statura richieda. E’ eternamente giovane, non ha difetti visibili sulla pelle, e i suoi capelli e i suoi vestiti sono sempre impeccabili.
Ogni difetto naturale o le rughe della sua pelle, vengono corrette elettronicamente sull’immagine e persino quando vediamo una foto di un’attrice più anziana e sappiamo che dovrebbe avere delle rughe, queste
non vengono mai mostrate, come se la vecchiaia fosse un male da nascondere.
L’energia che dovrebbe essere usata per raggiungere obiettivi positivi è stata invece riversata all’interno, dissipata in senso di colpa, vergogna ed infelicità verso il proprio corpo.
Vi aspettiamo con la vostra autenticità al nostro Seminario, condotto da Graziella Puglisi, il 4 Maggio 2018 alle ore 18,30 presso l’Associazione Centro Koros, Via Grotte Bianche 150 Catania.

Amicizia come forma d’Amore

Amico mio, accanto a te non ho nulla di cui scusarmi, nulla da cui
difendermi, nulla da dimostrare: trovo la pace… Al di là delle mie parole
maldestre tu riesci a vedere in me semplicemente l’uomo”
(Il piccolo principe-Antoine de Saint-Exupéry)
Oggi grazie alla tecnologia è possibile avere centinaia o anche migliaia di “amici” semplicemente aggiungendo il loro nome a una lista di contatti e quando si vuole interrompere una di queste “amicizie” è sufficiente cancellarne il nome dalla lista.
Come la maggioranza delle persone, probabilmente concordi che è importante avere buoni amici. Forse ritieni pure che per essere un amico ci vuole molto di più che fare dei semplici clic su uno schermo.
Che cosa cerchi in un amico? Come puoi essere un vero amico? Cosa ci vuole per coltivare un’amicizia duratura? Possiamo considerare l’Amicizia come una espressione dell’Amore?
A queste e ad altre domande risponderemo nel nostro Seminario mettendo in gioco la nostra capacità espressiva di affettività e comunicazione.

Associazione Centro Koros, Via Grotte Bianche 150 Catania

Venerdì 9 marzo 2018 ore 18,30-20.00

Conduce Graziella Puglisi

 

 

Donne

Donne mie che siete pigre, angosciate, impaurite, sappiate che se volete diventare persone e non oggetti, dovete fare subito una guerra dolorosa e gioiosa, non contro gli uomini, ma contro voi stesse che vi cavate gli occhi con le dita per non vedere le ingiustizie che vi fanno.

Una guerra grandiosa contro chi vi considera delle nemiche, delle rivali, degli oggetti altrui; contro chi vi ingiuria tutti i giorni senza neanche saperlo, contro chi vi tradisce senza volerlo, contro l’idolo donna che vi guarda seducente da una cornice di rose sfatte ogni mattina e vi fa mutilate e perse prima ancora di nascere, scintillanti di collane, ma prive di braccia, di gambe, di bocca, di cuore, possedendo per bagaglio solo un amore teso, lungo, abbacinato e doveroso(il dovere di amare ti fa odiare l’amore, lo so), un’amore senza scelte, istintivo e brutale.
Da questo amore appiccicoso e celeste dobbiamo uscire, donne mie, stringendoci fra noi per solidarietà di intenti, libere infine di essere noi intere, forti, sicure, donne senza paura.
Dacia Maraini

Cecità e rapporti interpersonali

La realtà presenta un’innumerevole quantità di stimoli che la natura umana percepisce grazie ai cinque sensi.
Questi ultimi, spesso dati per scontato, non vengono impiegati al massimo, o addirittura, alcuni di essi, non vengono sviluppati in maniera idonea, non riuscendo così a cogliere tutti quei dettagli e sfumature che la vita offre.
E’ soprattutto con gli occhi e il senso della vista che è possibile osservare e guardare il mondo che ci sta intorno. Comunichiamo e interagiamo con la realtà circostante, dalla quale riceviamo milioni di input e di impulsi che arricchiscono in maniera eccezionale la vita.
Sarà lo stesso per le persone non vedenti? Come costruiscono le relazioni con l’altro? Come creano i legami con il mondo?
In questo seminario, sperimenteremo diverse modalità di “vedere” la realtà e l’”altro”. Scopriremo che è possibile creare relazioni interpersonali, in maniera diversa da quelle convenzionali, servendoci degli altri sensi per sperimentare e “guardare” la realtà che ci circonda, con “occhi” diversi e con più consapevolezza.
 Venerdì 25 novembre 2016 alle ore 18,30 presso L’Associazione Centro Koros, Via Grotte Bianche 150 Catania.
Costo del Seminario 7,00 euro, gratuito per i soci Koros
Conducono l’incontro Graziella Puglisi e Daya Biondi

Dalla Paura alla Passione

 

 

 “Dalla Paura alla Passione”:

Incontro di presentazione del percorso di crescita personale “Emozioni in Movimento, il corpo si racconta”.

Lunedì 3 ottobre ore 19,00 presso l’Associazione Centro Koros, Via Grotte bianche 150 Catania.
Il nostro corpo parla attraverso la postura, i movimenti, il modo di occupare lo spazio. Parlano per noi le tensioni, il nostro respiro.
Trasformare le nostre emozioni nel movimento del corpo, nella nostra personale danza, ci dona la possibilità di accedere a nuovi stati d’animo e a nuove emozioni e ci permette di scoprire la direzione in cui la nostra anima è chiamata a camminare.
Per info:
Associazione Centro Koros 095 2881351
Graziella Puglisi 340 2633502
graziellapuglisi@hotmail.it
www.emozioninmovimento.com

Tu che mi guardi, Tu che mi racconti

 

 

“Ogni essere umano desidera ricevere da un altro il racconto della propria storia: solo gli altri possono scorgere il disegno di un’identità e raccontarlo in sua presenza”.
Le storie di vita vengono narrate e ascoltate con interesse, perché sono simili e tuttavia nuove, insostituibili e inattese, dall’inizio alla fine.
Ogni essere umano è un essere unico, è un essere irripetibile che, non ricalca mai le medesime orme di un altro, non ripete mai il medesimo percorso, non si lascia mai dietro la medesima storia.
La vita non può essere vissuta come una storia, perché la storia viene sempre dopo: è imprevedibile e ingovernabile, proprio come la vita.
In questo incontro sperimenteremo  il piacere di raccontarci e di essere raccontati.

Venerdì 23 Settembre alle ore 18,30 presso l’Associazione Centro Koros, Via Grotte Bianche 150 Catania, conduce l’incontro Graziella Puglisi.
Costo del Seminario 7 euro, gratuito per i soci Koros.

Donna

 

Quanto hai dato, donna:
secoli di luce
che non hanno riflesso le coscienze
ingoiate da abissi di silenzio.
E quanto altro:
radici per tener salda la terra
velluto dell’amore
una spiga per raggiungere il cielo
fertili semenze del coraggio
per un mondo abitato dalla guerra.
E quanto altro.
Dai tuoi occhi
albe e nebbie,
revisione del giudizio
in attesa dei fiori.
Minuta di piccole cose
recuperate dall’infanzia
nella scrittura dei sogni.
E quanto altro.
Foglie che coprono il pudore dell’universo
laghi generosi di acque vergini
spessore del segreto
delle profonde radici del tuo tempo.
Quanto autunno
a inondare la terra
e un colore crepuscolare
nella corteccia.
Carmen Yáñez