Il Destino come scelta: IlCaso e la Responsabilità

il destino come scelta

 

 

 

“ Solo quando siamo pronti ad assumerci tutta la responsabilità di quello che viviamo e che ci accade scopriamo il significato più profondo del nostro Destino”.

Siamo abituati a cercare nel mondo esteriore le scusanti per tutto ciò che non dovrebbe esserci.

Dai membri della famiglia al governo, dalle circostanze del momento alla società: la scala dei colpevoli è infinita e a loro viene attribuita la responsabilità del proprio destino.

Siamo convinti che anche la felicità dipenda da cose esterne; ma la felicità è uno stato di coscienza, una condizione dell’anima.

Felici si può soltanto esserlo.

L’incontro vuole essere un’occasione per sperimentare  come possiamo  guardare agli eventi della nostra vita da prospettive diverse da quelle usuali.

Per il Ciclo ” I Venerdì del Benessere”  Vi aspettiamo presso l’Associazione Centro Koros, Via Grotte Bianche, 150 Catania, Venerdì 12 febbraio 2016 alle ore 18.

Conduce l’incontro Graziella Puglisi

Distanze

distanze

Una volta accettata la consapevolezza che anche fra gli esseri più vicini continuano a esistere distanze infinite, si può evolvere una meravigliosa vita, fianco a fianco, se quegli esseri riescono ad amare questa distanza fra loro, che rende possibile a ciascuno dei due di vedere l’altro, nella sua interezza, stagliato contro il cielo.
Rainer Maria Rilke

Fare la differenza

differenza

Ci sono delle donne che si sentono diverse.

Non credono nelle cose in cui credono tutti gli altri, non hanno gli stessi desideri.

Vorrebbero bisbigliare mentre gli altri urlano, vorrebbero cantare mentre gli altri discutono delle solite cose, vorrebbero disegnare mentre gli altri guardano la televisione, vorrebbero parlare dell’universo mentre gli altri discutono del tempo, vorrebbero sdraiarsi per terra mentre gli altri usano le sedie.

Non sono donne facili, sentono a pelle, annusano le situazioni per decidere, credono dove sembra esserci il vuoto.

Spesso sono proprio queste donne a fare la differenza…
Simona Oberhammer

Creatività

creatività

La creatività è uno stato religioso dell’essere.

Creare significa immettere nell’esistenza qualcosa di nuovo, significa aprire una via all’ignoto, affinché possa entrare nel conosciuto.

Creare significa aprire una via al cielo, affinché possa scendere sulla terra.

La creatività non è altro che questo: palpitare in assoluta sintonia con il tutto.

Osho